EMERGENZA CORONAVIRUS – #DistantiMaVicini

AMBITO SOCIO TERRITORIALE N. 4 VAL D’AGRI

EMERGENZA CORONAVIRUS

INIZIATIVA #DistantiMaVicini

E’ UN SERVIZIO DI CALL CENTER A CUI CHIAMARE PER CONDIVIDERE LE PROPRIE PAURE E IMPARARE A GOVERNARLE.

Per info apri la locandina.

DistantiMaVicini

COVID 19 – NUOVE MISURE DI CONTENIMENTO E GESTIONE DELL’EMERGENZA

Nuovo Modello Autodichiarazione 26/03/2020

Decreto Legge 25 Marzo 2020 nr. 19

DPCM 22 Marzo 2020

REGIONE BASILICATA Ordinanza n. 10 del 22 Marzo 2020

Ministro della Salute e Ministro dell’Interno – Ordinanza del 22 Marzo 2020

Ministro della Salute – Ordinanza del 20 Marzo 2020

EMERGENZA COVID-19 – ISTITUZIONE C.O.C. – CENTRO OPERATIVO COMUNALE

ORDINANZA N. 11 COC

CROCE ROSSA ITALIANA – SERVIZIO DI SPESA E FARMACI A DOMICILIO PER ANZIANI, PERSONE FRAGILI E IMMUNODEPRESSI

La Croce Rossa Italiana, comitato Val d’Agri, offre un servizio di spesa e farmaci a domicilio per anziani, persone fragili e immunodepressi.

Per maggiori dettagli apri il file allegato.

CROCE ROSSA

Avviso pubblico selezione utenti diversamente abili per la fruizione dei servizi del centro diurno socio educativo di Grumento Nova

avviso pubblico

modello di domanda

NUOVE MODALITA’ DI ACCESSO AGLI UFFICI COMUNALI – MISURE DI CONTENIMENTO DEL CONTAGIO DA CORONAVIRUS

Si avvisa la cittadinanza che a decorrere dall’ 11/03/2020 e fino al 03/04/2020, vengano adottate, per gli uffici del Comune di Paterno con sede in Piazza Isabella Morra, le modalità di apertura al pubblico indicate nell’Ordinanza Sindacale n. 8 dell’11 marzo 2020.

ORDINANZA SINDACALE (2)

EMERGENZA CORONAVIRUS

ordinanza Regione Basilicata coronavirus n 5 del 15 marzo 2020

Ordinanza Presidente Regione Basilicata n 4 

DPCM 11 marzo 2020

domande frequenti sulle misure adottate dal governo

autocertificazione spostamenti

C_17_opuscoli Poster_443_allegato

Decalogo-coronavirus-1

dpcm_9_marzo_2020 

tabella D.P.C.M. 9 marzo 2020-convertito.pdf

task foce coronavirus

Coronoavirus-cosa-fare-fino-al-3-aprile

EMERGENZA CORONAVIRUS – NUOVO DECRETO – 8 MARZO 2020

DPCM_20200308

ASSEGNO MENSILE PER I NUCLEI FAMILIARI NUMEROSI

L’assegno al nucleo familiare dei comuni spetta a:

  • nuclei familiari residenti, composti da cittadini italiani e dell’Unione europea;
  • nuclei familiari composti da cittadini di paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo, nonché dai familiari privi di cittadinanza di uno stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
  • nuclei familiari composti almeno da un genitore e tre figli minori (appartenenti alla stessa famiglia anagrafica), che siano figli del richiedente, del coniuge o ricevuti in affido preadottivo;
  • nuclei familiari con risorse reddituali e patrimoniali inferiori a quelle previste dall’indicatore della situazione economica equivalente ( ISEE) valido per l’assegno (per l’anno 2020 pari a 8.788,99 euro);
  • cittadini stranieri titolari dello status di rifugiato e di protezione sussidiaria;
  • cittadini extracomunitari soggiornanti di lungo periodo (articolo 13 della legge del 6 agosto 2013, n. 97 e circolare INPS n. 5 del 15 gennaio 2014).

COME FARE DOMANDA

La domanda va presentata al comune allegando una dichiarazione sostitutiva unica ( DSU) in corso di validità relativa alla situazione economica del nucleo familiare. La modulistica è disponibile presso l’ufficio sociale del Comune di Paterno.

ASSEGNO DI MATERNITA’

L’assegno di maternità di base, anche detto “assegno di maternità dei comuni”, è una prestazione assistenziale concessa dai comuni e pagata dall’INPS (articolo 74 del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 51).

Il diritto all’assegno, nei casi di parto, adozione o affidamento preadottivo, spetta a cittadini residenti italianicomunitari o stranieri in possesso di titolo di soggiorno (per la specifica della tipologia di permesso di soggiorno utile per la concessione del beneficio è necessario rivolgersi al proprio comune di residenza). L’assegno spetta solo entro determinati limiti di reddito.

I richiedenti non devono avere alcuna copertura previdenziale oppure devono averla entro un determinato importo fissato annualmente. Inoltre non devono essere già beneficiari di altro assegno di maternità INPS ai sensi della legge 23 dicembre 1999, n. 488.

La domanda va presentata al comune di residenza al quale compete la verifica della sussistenza dei requisiti di legge per la concessione delle prestazione (articoli 17 e seguenti del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 21 dicembre 2000), entro sei mesi dalla nascita del bambino o dall’effettivo ingresso in famiglia del minore adottato o in affido preadottivo.

L’assegno non è cumulabile con altri trattamenti previdenziali, tranne se si ha diritto a percepire dal comune la quota differenziale.

L’importo dell’assegno è rivalutato ogni anno per le famiglie di operai e impiegati sulla base della variazione dell’indice dei prezzi al consumo ISTAT. L’Istituto pubblica ogni anno l’importo nella circolare sui salari medi convenzionali.

LA MODULISTICA E’ DISPONIBILE PRESSO L’UFFICIO SOCIALE DEL COMUNE DI PATERNO.

AVVISO RIVALUTAZIONE ANNO 2020

« Older posts